Scrittura d’autunno, per riscaldare la mente e il cuore

Da lunedì 18 novembre 2019 alle 20.30, la Biblioteca Comunale Mario Mariani di Solarolo ospiterà Alchimia di parole, il nostro atelier di scrittura.

“Ancora un laboratorio di scrittura? Non ce ne sono già?” potrebbe commentare qualcuno. È vero, corsi ce ne sono già tanti, ma Alchimia di parole ha l’ambizione di essere diverso!

__________________________________________________

In cosa si manifesta questa diversità? È facile da spiegare! Titolo e manifesto di presentazione dicono già molto: Alchimia di parole non è un corso, né un classico laboratorio di scrittura. Vuole essere un gruppo aperto, in cui i conduttori non hanno l’ambizione di spiegare ai partecipanti “come si scrive un romanzo”. Tanto meno, desiderano indagare su cosa c’è di giusto o sbagliato nella scrittura di ognuno.

Punto di partenza e fonte di ispirazione di Alchimia di parole sono stati, da una parte, i “gruppi di lettura” già tanto diffusi in molte biblioteche, in cui liberamente i partecipanti propongono libri da leggere in armonia con i loro interessi e le loro inclinazioni del momento, dall’altra …Ho nuotato fino alla riga (Feltrinelli Editore) di Elisabeth Bing, il testo fondante degli atelier di scrittura creativa alla francese, dove l’autrice si interroga, nel corso di un anno scolastico trascorso a insegnare a una classe di bambini cosiddetti “difficili” (uno di quei ghetti che una volta anche in Italia esistevano, sotto il nome di “classi differenziali”) su quali siano le modalità giuste per condurre i suoi piccoli alunni “alla conquista della scrittura”. Una scrittura non qualunque, ma capace di esprimere al meglio il “loro linguaggio, la loro voce interiore”. Voce che è, in ognuno di noi, unica e irripetibile.

Altra fonte di ispirazione sono stati i meravigliosi laboratori, attivi già da molti anni a Bologna, organizzati da MCE (Movimento di Continuità Educativa) e condotti da Donatella Pannacci. Laboratori in cui tutti i partecipanti (conduttore compreso) prima scrivono,  poi leggono i propri testi in un clima di perfetta parità, con l’intenzione di condividere la propria scrittura con gli altri al solo scopo di riscoprire, tutti assieme, l’energia nascosta che, sempre, le nostre parole contengono. Fra i diversi laboratori che si sono succeduti negli anni a Bologna, soprattutto quello intitolato La casualità come scelta è servito da esempio perfetto di come le parole e le frasi che utilizziamo quando scriviamo, non importa di quale argomento, siano sempre quelle giuste – giuste per chi le scrive e appropriate al momento che sta vivendo. Infatti, come spiega Elisabeth Bing nel suo libro:

… perché avete scritto questa parola invece di un’altra, perché l’avete scelta, non è mai senza motivo… [E. Bing, …Ho nuotato fino alla riga, Feltrinelli Editore, 1977]

 

E, ancora, Bing scrive: 

Avete scritto qualcosa sulla pagina sotto il vostro nome, quelle parole parlano in vostro nome […] abbiamo cominciato un viaggio per trovare […] il vostro linguaggio.[E. Bing, …Ho nuotato fino alla riga, Feltrinelli Editore, 1977]

Cosa faremo, dunque, nel corso delle sette serate di scrittura di Alchimia di parole? Scriveremo tutti assieme, conduttore compreso. Scriveremo a mano su fogli di carta, perché la deambulazione delle penne sulla pagina divenga un vagabondaggio alla ricerca della nostra, propria e unica voce interiore. In questo vagabondaggio, avremo come compagni di viaggio gli altri partecipanti al laboratorio, nessuno escluso.

A turno, potrà toccare a ciascuno di “suscitare” negli altri la scrittura, proponendo spunti in grado di stimolarla. Per trasferire su carta ciò che davvero ci urge dentro, abbiamo semplicemente bisogno di uno stimolo che necessiti di una risposta abbastanza definita, tale da limitare apparentemente la nostra libertà di scelta. È infatti focalizzando la nostra attenzione su un tema ristretto, ma capace di attirarla totalmente, che ci liberiamo dalla necessità di operare una scelta cosciente su cosa sarebbe giusto mettere sulla carta in quel preciso momento, lasciando campo libero alla nostra vera creatività.

Poi leggeremo insieme, condividendo i frutti della nostra scrittura. Una condivisione non obbligatoria, naturalmente. Può sempre capitare di aver scritto qualcosa che non si ha voglia di leggere ad altri. D’altra parte, leggere un testo ad alta voce aiuta a ricollocarlo diversamente, rimanda a un’immagine diversa da quella ha assunto per noi nel silenzio della scrittura, ce lo fa sperimentare come nuovo. Soprattutto lo mette in rapporto con tutti gli altri testi, ne fa risuonare le consonanze e le dissonanze, sollecita la curiosità di vedere quante scritture diverse possano nascere da un medesimo stimolo. 

Direi, per ora, di avere già scritto anche troppo! La prossima volta vorrei farlo assieme a voi! Per cui vi aspettiamo, da lunedì 18 novembre, dalle 20.30, presso la biblioteca comunale Mario Mariani di Solarolo. Gli incontri si terranno a numero chiuso e per un gruppo ristretto di partecipanti, per poter dare il giusto spazio alla scrittura di ognuno. Per cui, se siete interessati, vi consigliamo di iscrivervi quanto prima. Per informazioni e iscrizioni, potete contattare la nostra associazione al numero 320 0637178 o scriverci a associazione@viviamoleparole.it.

L’atelier letterario Alchimia di parole si tiene con il patrocinio del Comune di Solarolo e dell’Unione dei Comuni della Romagna Faentina, l’associazione Cultunauti e l’indispensabile collaborazione della Biblioteca Comunale Mario Mariani. Ci preme ringraziare la sua bibliotecaria, Luana Silvestrini, per il sostegno e la sempre sorridente collaborazione e ©Arianna Bossili per la foto di copertina.


L'articolo ti ha interessato? Hai domande? Saremo contente di leggere i tuoi commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.