“Viaggi di parole” un nuovo ciclo di letture alla biblioteca Trisi di Lugo

Venerdì 15 marzo 2019, alle 17.30, alla sala Codazzi della biblioteca Trisi di Lugo approderà una nave… carica di libri.

Vi aspettiamo per partire assieme a voi!

Naturalmente stiamo scherzando… ma non troppo. Noi di “ViviAmo le Parole” siamo infatti felicissime di essere nuovamente ospiti della biblioteca di Lugo per parlare di letteratura di viaggio e, in definitiva, leggere di viaggi non è un po’ come partire?

__________________________________________________

A ormai un anno dal precedente ciclo di letture organizzato alla Biblioteca Comunale Trisi di Lugo, intitolato “Le parole della cura” e dedicato alla medicina narrativa, ci ripresentiamo in sala Codazzi con moltissime novità: l’argomento, in primo luogo, la voce di una nuova lettrice, Elisa, e, soprattutto, tanta musica ad accompagnare le voci dell’associazione nel nostro viaggio letterario!

Nella locandina (che potete scaricare cliccando sulle immagini nella pagina) due antiche navi, forse vichinghe, forse fenicie, stanno navigando sopra un mare agitato in cui, guardando con maggiore attenzione, si scopre che le onde non sono altro che pagine scritte. E l’immagine è quanto mai giusta e appropriata all’esperienza che vorremmo condividere con voi: le pagine dedicate ai viaggi, nella letteratura di tutti i tempi, sono davvero innumerevoli come le onde di un oceano e, a guardar bene, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Ciclo di letture dedicate alla narrativa di viaggio alla Biblioteca Comunale Trisi di Lugo marzo-aprile 2018 Locandina fronteCiclo di letture dedicate alla narrativa di viaggio alla Biblioteca Comunale Trisi di Lugo marzo-aprile 2018 Locandina retro

Dall’antichità più classica – e qui vengono in mente l’Odissea del mitico cantore Omero e il viaggio di Enea narrato da Virgilio nell’Eneide – alle pagine bibliche dedicate all’esodo del popolo d’Israele in fuga dall’Egitto dei Faraoni; dal fiorire della letteratura di viaggio tra ‘700 e ‘800 – equamente divisa tra resoconti di viaggi reali, come i “carnet de voyage” redatti dai nobili e dagli artisti in visita in Italia, e quelli di viaggi fantastici, popolati da personaggi come Gulliver e Candide, nati dall’immaginazione di Swift e Voltaire – all’allucinatoria deriva del viaggio come esperienza fine a se stessa degli esponenti della beat generation della metà del ‘900, con le narrazioni On the road di Jack Kerouac innanzi a tutte.

Così, per non fare troppa confusione ed evitare di mettere troppa carne al fuoco, abbiamo scelto un argomento – e dunque anche un titolo – diverso per ogni incontro. Questo ci ha anche molto aiutato nella scelta dei brani e fungerà da filo conduttore delle narrazioni che vi proporremo.

Venerdì 15 marzo cominceremo con il viaggio alla ricerca dell’esotico in letteratura. Non solo l’Oriente – anche se per buona parte dell’antichità l’oriente ha quasi rappresentato un sinonimo di esotismo – ma tutto il Sud del mondo, seguendo l’aspirazione, che ebbe la sua massima diffusione nel romanticismo e nel decadentismo, verso un mondo “altro”, “estraneo” alla nostra cultura e sensibilità, vagheggiato come più ricco di sensazioni ed emozioni.

Nel nostro viaggio ci accompagneranno la pianista giapponese Megumi Horie e la voce di quattro giovani cantanti della Scuola di Musica Malerbi di Lugo: Giorgia Ricci, Federica Roncuzzi, Annalisa Remondini e Susanna Lodolini.

Il primo brano che ci presenteranno sembra essere uno spot perfetto delle contaminazioni tra oriente e occidente che il tema del viaggio può suggerire. Si tratta di Kimi wo nosete, un brano tratto dalla colonna sonora di un film d’animazione giapponese dal titolo Laputa – Castello nel cielo, del famosissimo regista giapponese Hayao Miyazaki. Ma questa musica non ci porta solo in Giappone – vero capolinea della Via della Seta citata nel titolo della nostra serata di letture – perché la Laputa di cui si parla nel titolo – e a cui il cartone animato si ispira – non è altro che l’omonima isola immaginaria descritta nel romanzo I viaggi di Gulliver da Jonathan Swift!

E, per concludere, la più classica delle raccomandazioni! Non dimenticate i nostri prossimi incontri: venerdì 29 marzo, sempre alle 17.30, vi parleremo di viaggi fantastici, mentre venerdì 12 aprile rifletteremo sui risvolti più filosofici del viaggiare.

Gli incontri “Viaggi di parole”  si tengono con il patrocinio del Comune di Lugo e l’indispensabile collaborazione della Biblioteca Comunale Fabrizio Trisi e di tutti i suoi operatori, che ringraziamo.

Patrocinio del Comune di Lugo

Biblioteca Comunale Fabrizio Trisi Piazza Trisi 19 Lugo

L'articolo ti ha interessato? Hai domande? Saremo contente di leggere i tuoi commenti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.